Fipe La Spezia: “A Lerici un provvedimento di chiusura a un ristoratore. Chiediamo al sindaco di rivedere la sua intransigente posizione”

Fipe La Spezia: “A Lerici un provvedimento di chiusura a un ristoratore. Chiediamo al sindaco di rivedere la sua intransigente posizione”

Apprendiamo dagli organi di stampa che l’Avv. Paoletti, Sindaco di Lerici, avrebbe comminato un provvedimento di chiusura a un collega ristoratore ‘reo’ di aver ecceduto nel posizionamento di sedute, oltre a quante concesse dalle deroghe in essere per compensare i distanziamenti Covid-19. Ci auguriamo che tale notizia non risponda al vero o, in caso contrario, che il signor sindaco riveda la sua intransigente posizione. Pensiamo che, nel momento difficilissimo che l’intero settore turistico sta vivendo, accanirsi contro chi affronta la tempesta, è un puro controsenso. Sì, è vero, esistono le leggi e vanno rispettate. Ma a volte la convivenza implica mutua comprensione. Quella stessa che i commercianti lericini paiono aver digerito, a fronte di un paese blindato, a un lungomare a quattro corsie pedonali ma chiuso ai servizi essenziali di trasporto, a una pessima immagine di paese arroccato, irraggiungibile, vietato. Oggi che il pericolo sanitario sembra scemare, non solo le limitazioni vengono ribadite con apposita ordinanza, ma un collega che chiedeva soltanto di lavorare per tentare di spuntarla contro la crisi, si vedrà precludere la possibilità di farlo nella prima settimana di luglio: il primo spiraglio di attività dopo mesi di sosta forzata.

Federazione Italiana Pubblici Esercizi –Confcommercio – La Spezia

Tags: